Paolo Belloli in concerto ad Astana (Kazakistan)

Paolo Belloli in concerto ad Astana (Kazakistan)

Published: 06 / 11 / 2018

Astana (Kazakistan)

Quest’anno il maestro Paolo Belloli è stato chiamato a partecipare al XXI International Festival of Creative Youth “Shabyt” di Astana (Kazakistan) sia come membro di giuria del concorso che come direttore in un concerto che si terrà il 6 novembre.
Il Festival, organizzato dal Dipartimento della Cultura e Sport della città di Astana dal 5 al 9 Novembre, arrivato alla 21° edizione, è un evento importante nel mondo dell'arte e una piattaforma unica che offre ai giovani di talento l'opportunità di esprimersi su un grande palcoscenico. Durante l'intero periodo della sua esistenza, il festival ha visto la partecipazione di oltre 10 mila partecipanti in diversi generi di arte. Le nomination al Festival sono "Classical Music", "Folk Music", "Pop Vocal", "Choreography" e "Journalism".
Il concerto che vedrà come direttore d’orchestra il maestro Belloli e come solista Davide Alogna, avrà come programma, il concerto per violino Op. 64 di Felix Mendelssohn, la Romanza per violino Op. 50 in fa magiore di Ludwig van Beethoven e, sempre dello stesso autore, la Sinfonia n. 1

Paolo Belloli has been invited to the 21st International Festival of Creative Youth “Shabyt” of Astana (Kazakistan) both as a jury member and conductor. Tomorrow night, November the 6th, he will open the Festival performing in Astana with soloist Davide Alogna in a very impressive program; Mendelssohn, violin concerto op: 64, Beethoven, Romanza for violin op. 50 in F and Beethoven, Symphony n. 1.
The Festival, is organized by the Department of Culture and Sport of Astana from November the 5th to the 9th and it offers to young talents the opportunity to express themselves in an important even. Since the first edition, the Festival promoted more than 10.000 young talents in every field of the arts.

©2017, AM Artists, All rights are reserved | Partial playback of content is prohibited | Vat: 02052710510

Developed by:  Next 2.0 Above The Line